per chi ama cucinare

Strascinati con crema di burrata e peperone crusco

Ottobre 4, 2019

Strascinati con crema di burrata e peperone crusco

0 Comments

Gli strascinati sono un formato di pasta lucano che si realizza trascinando un pezzetto di impasto acqua e farina su un piano di legno in modo da ottenere una sfoglia sottile e rugosa, perfetta per il sugo.

Gli strascinati non hanno un unico aspetto. A seconda dei paesi e delle varie zone della Basilicata si possono trovare come cavatelli a 3-4 dita, oppure, come li faceva la mia nonna materna, simili ad orecchiette giganti ottenute con le nocche delle dita, oppure ancora, come in questo caso, come cavatelli a 3 dita aperti.

Come la maggior parte dei formati di pasta fatta in casa lucani, anche gli strascinati hanno un impasto senza uova a base di farina di semola di grano duro – preferibilmente Senatore Cappelli.

Qui li ho conditi con una crema di burrata e olio extravergine di oliva insieme ai miei amati peperoni cruschi.

Se non riesci a reperire i peperoni essiccati da friggere puoi trovarne diversi tipi online già cruschi – ovvero fritti, salati e croccanti – pronti per essere sgranocchiati o utilizzati in cucina. Come quelli che ho usato io, gradito regalo dell’Agriturismo Tenuta Fortunato di Senise (PZ).

Strascinati con crema di burrata e peperoni cruschi – la ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • 380 g di farina di semola di grano duro
  • 200 ml di acqua
  • 250 g di burrata
  • 6 peperoni cruschi
  • sale e pepe
  • olio extravergine di oliva

Preparazione

  1. Raccogli la farina in una ciotola e sistemala a fontana. Versa l’acqua amalgamando con una forchetta. Poi impasta fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico. Coprilo e fallo riposare circa 20 minuti.
  2. Preleva piccole porzioni di impasto, stendile in cordoncini con diametro di un paio di centimetri e ricava piccoli segmenti. Cavali con 3 dita usando i polpastrelli, trascinando ogni segmento di impasto su una superficie di legno infarinata.
  3. Dopo averli cavati aprili allargando le fossette provocate con le dita e disponili man mano su un piano cosparso di farina.
  4. Raccogli 200 g di burrata in un mixer da cucina e frullala con un generoso giro di olio, un pizzico di sale e una spruzzata di pepe, in modo da ottenere una crema densa.
  5. Cuoci la pasta in acqua bollente e salata per qualche minuto. Scolala, condiscila un giro d’olio e sistemala in 4 fondine in cui avrai distribuito uno strato di crema di burrata. Cospari, quindi, con i peperoni cruschi sbriciolati tra le dita. Termina con un ciuffetto di burrata rimanente e servi.
Strascinati lucani fatti in casa

La cucina lucana è molto gustosa, anche se a base di ingredienti semplici. I suoi formati di pasta sono molto facili da realizzare ed economici.

Non ti resta, perciò, che provare i miei strascinati e farmi sapere cosa ne pensi!

Se questa ricetta ti è piaciuta, condividila!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


error

Ti piace questo blog? Hai tanti modi per seguirlo!

error: Il contenuto di questo sito è protetto!!