per chi ama cucinare

Pane semi-integrale con farina tipo 2

Maggio 27, 2019

Pane semi-integrale con farina tipo 2

0 Comments

Il pane semi-integrale è realizzato con un impasto a base di sola farina tipo 2 e pasta madre solida. Un interno alveolato e arioso con una crosta rumorosa e croccante.

Fose non lo sai, ma le farine in Italia sono classificate in base al livello di raffinazione.

Dalla tipo 00, più adatta ai dolci e derivante dal solo endosperma del chicco di grano, si arriva all’integrale passando per la tipo 0, la tipo 1 e la tipo 2.

Via via che ci si allontana dalla 00 e ci si avvicina all’integrale, le farine includono gradualmente sempre un po’ di crusca in più.

La farina tipo 2 è conosciuta anche come semi-integrale, proprio perchè è quella che precede la farina integrale e che tra tutte contiene una buona dose di crusca.

Ho affettato questo pane semi-integrale quando era ancora caldo, e l’ho mangiato con un velo di patè al peperone crusco di Senise IGP, regalo graditissimo dell’Agriturismo Tenuta Fortunato di Senise (PZ). Non posso descriverti la bontà del connubio… devi solo provarlo!

Pane semi-integrale con farina tipo 2 – la ricetta

Ingredienti per 1 filone da circa 1.200 g

  • 600 g di farina tipo 2
  • 150 g di pasta madre in forza
  • 450 g di acqua
  • 10 g di sale

Preparazione

  1. Sistema la pasta madre in fiocchi dentro la metà di acqua raccolta nel boccale della planetaria e mescola con la foglia fino a schiumare. Aggiungi quindi gradualmente la farina e l’acqua restante.
  2. Monta il gancio, aggiungi il sale e continua a lavorare fino ad incordare. Quando l’impasto sarà elastico e si staccherà dalla ciotola trasferiscilo in una ciotola leggermente unta.
  3. Esegui un giro di pieghe direttamente in ciotola ogni mezz’ora, per 3 volte. Poi copri e fai lievitare per circa 3 ore, o comunque fino al raddoppio.
  4. Ribalta l’impasto su un piano infarinato, allargalo con i polpastrelli e forma il filone. Sistemalo dentro un cestino qualsiasi, di grandezza adeguata, in cui avrai sistemato un canovaccio pulito e ben infarinato. Cospargilo ancora di farina e coprilo con l’eccesso del canovaccio. Riponilo in frigorifero per 12 ore.
  5. Tira fuori il cesto con il pane e fallo lievitare a temperatura ambiente per 3-4 ore. Poi ribaltalo su una pala – o un tagliere ben infarinato – e lascialo scivolare delicatamente su una leccarda rovente in forno statico preriscaldato a 250°C per 15 minuti.
  6. Prosegui la cottura in discesa: 20-30 minuti a 200°C, poi 20 minuti a 180°C e infine 15 minuti a 150°C con lo sportello leggermente aperto. Sforna e fai raffreddare completamente il pane in verticale prima di affettarlo.

Scopri la croccantezza della crosta del mio pane semi-integrale con farina tipo 2 e goditi in pieno la mollica soffice soffice utilizzandola per una buona scarpetta!

Sei pronto a mettere le mani in pasta?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


error

Ti piace questo blog? Hai tanti modi per seguirlo!

error: Il contenuto di questo sito è protetto!!